Tutti abbiamo sentito parlare dei “rimedi della nonna” per curare vari fastidi e malanni. Ma quando si tratta di verità e di falsi miti?

 

Sfatiamo qualche (altro) mito

  • Masticare foglie di ulivo aiuta e migliora l’igiene orale. Questa pratica pare la praticassero una volta gli anziani coltivatori di olivi. In effetti è vero che le foglie di ulivo contengono sostanze antiossidanti e antibatteriche e quindi potrebbero avere una azione simile al collutorio. Ma ovviamente non è il caso di esagerare, perché si corre il rischio che una eccessiva azione meccanica porti ad accelerare la normale usura dei denti.
  • Usare uno spicchio di limone per sfregare i denti o fare risciacqui con il succo di limone, rende i denti più bianchi. Il limone, applicato sui denti, ha un’aggressiva azione demineralizzante, cioè quel processo di perdita dei minerali dallo smalto dei denti. Anche se inizialmente la superficie dei denti potrebbe risultare più bianca (a causa di un aspetto “gessoso” dovuto proprio alla demineralizzazione) lo smalto “sciolto” dal limone è destinato ad assottigliarsi sempre di più, portando, come succede anche per il bicarbonato, all’effetto opposto. Quindi: assolutamente da evitare! E’ una pratica che causa più danni che benefici. Anche in questo caso, se volete sbiancare i denti, la cosa migliore da fare è chiedere un parere e un consulto al vostro dentista.