Problema dente del giudizio. E’ l’ultimo molare che nasce nella nostra bocca e può nascere subito, durante la crescita, oppure (come si deduce dal nome) durante l’età “del giudizio”, ovvero l’età adulta. Succede infatti nella maggior parte dei casi che a soffrire per la crescita del dente del giudizio siano persone sopra i 20 anni. E spesso la cosa si risolve estraendo il dente in questione.

I denti del giudizio possono provocare fastidio e forte dolore se: presentano una carie, se stentano a spuntar fuori dalla gengiva, infiammandola e infine se crescono storti infiammando il dente che sta loro a fianco. A volte il dolore è talmente invalidante da costringere la persona a nutrirsi solo di liquidi per l’impossibilità di aprire la bocca! In quei casi, dunque, non resta che estrarre il dente. Ma l’estrazione di un dente del giudizio non significa che si devono togliere, per forza, anche gli altri denti del giudizio eventualmente presenti.  Capita infatti che i denti del giudizio non escano mai allo scoperto e la persona li porta, con se tutta la vita, senza danno alcuno. L’operazione è comunque semplice, veloce e indolore (viene anestetizzata la parte): dopo l’operazione bisogna calmare la parte facendo impacchi di ghiaccio, assumendo antinfiammatori e antibiotici e mangiando cibi morbidi, liquidi e possibilmente freddi.