17 Feb 2017
February 17, 2017

Carie nel bambino: come si prevengono?

0 Comment

La branca odontoiatrica che si occupa della cura dei denti da latte si chiama odontoiatria materno-infantile. In questo particolare caso, il trattamento più efficace è la prevenzione, affiancata a controlli costanti del proprio dentista che potrà tempestivamente trattare e con meno invasività i primi segni di carie. Per questo motivo la prevenzione inizia già dalla gestante, con consigli utili per lo sviluppo di una perfetta dentizione del nascituro.

I trattamenti preventivi per migliorare lo stato di salute dei denti sono vari. Tra questi, la profilassi con il fluoro, le sigillature dei denti permanenti, lo studio dello sviluppo osseo e dentale, e altri ancora.

Fluoroprofilassi

Per la prevenzione della carie molto importante è l’assunzione di fluoro nei bambini: la fluoroprofilassi locale si realizza attraverso l’utilizzo di mascherine trasparenti bagnate di fluoro e lasciate in bocca per un certo periodo di tempo. Questo particolare trattamento  si sceglie soprattutto nei pazienti molto soggetti a rischio carie, e consente il rinforzo e la ri-mineralizzazione dei denti.

Sigillatura dei denti

Questo trattamento si usa per proteggere i denti permanenti  con l’utilizzo di una resina che va a riempire i solchi più profondi, rendendo, pertanto, più facile la pulizia e lo spazzolamento; allo stesso tempo impedisce al cibo di restare bloccato in quelle zone.

Studio dello sviluppo delle arcate dentarie

L’ortodonzia intercettiva è una tecnica che ha l’obiettivo di prevenire e curare precocemente le malposizioni dei denti e le malocclusioni. Se queste ultime sono diagnosticate per tempo e trattate con accuratezza, viene evitato che peggiori la situazione iniziale e un trattamento futuro più lungo e complesso.