I denti “storti” sono molto più difficili da pulire e alla lunga vanno incontro più frequentemente a  carie  e a problemi gengivali che possono portare alla loro perdita. Anche il mancato combaciamento tra i denti delle due arcate può portare a consumo eccessivo delle superfici occlusali, a stress  delle gengive e dell’osso di supporto dei denti, inefficienza masticatoria e mal di testa frequenti con possibile coinvolgimento delle articolazioni temporomandibolari. Il trattamento ortodontico è alla fine sicuramente meno costoso rispetto alle possibili cure necessarie per ovviare ai problemi creati da una malocclusione ortodontica. Per molti, comunque, un bel sorriso è il migliore regalo dell’ortodonzia. Dopo la cura, infatti,  si acquista più sicurezza in se stessi.

E’ opinione comune che l’Ortodonzia sia  tecnica  specialistica e “difficile”. Richiede anni di studio (la Scuola di Specializzazione ne dura 3) e almeno 10 anni di esperienza perché si formi un buon ortodontista.
L’apparecchio ortodontico può avere delle conseguenze anche gravi per la salute della bocca dei vostri bambini. Per questo motivo è bene affidarsi ad un ortodontista serio e preparato.

La cura ortodontica non ha un termine preciso e a seconda del caso si può assistere ad un trattamento che dura più del solito. Tuttavia è bene sapere che un buon ortodontista, aggiornato e con esperienza sulle spalle, finisce i casi più complessi in circa due anni. Se il trattamento invece riguarda i bambini piccoli, dai 6 ai 9 anni, il trattamento è chiamato trattamento precoce e dura da 1 anno ad 1 anno e mezzo.

Un ortodontista esperto, controlla i propri pazienti una volta al mese; ci possono essere periodi particolari della cura in cui li controlla una volta ogni 15 giorni, ma sono solo temporanei. Dobbiamo invece diffidare di controlli troppo ravvicinati nel tempo, ogni due settimane, di routine o addirittura ogni settimana.

Tutto questo materiale deve essere prima studiato dall’Ortodontista e analizzato in ogni suo aspetto (Studio del Caso).

L’età per una prima visita ortodontica è 5 anni. I bambini che cominceranno la cura a questa età però sono solo una minoranza, con problemi molto gravi (III° Classi ad es.). La maggior parte verrà rimandata, se la cura è necessaria, verso i 7 –8 anni. Questa è l’età migliore per una terapia precoce o di I° Fase, che porta i migliori vantaggi in termini di successi ottenuti e di tempo di trattamento. Di solito queste cure finiscono in un anno circa. Dopodiché si segue la crescita del giovane paziente e solo in rari casi si fa una terapia di II° fase a permuta dentaria avvenuta (12 anni).