Le gengive gonfie e sanguinanti in gravidanza caratterizzano la gengivite gravidica.

Le donne sono quelle che risentono di più degli aggravamenti, le quali tendono a respirare spesso con la bocca.

Queste situazioni possono peggiorare causando delle formazioni sulle gengive di vere e proprie escrescenze, che rendono difficile sia il processo di masticazione, sia le operazioni di igiene dentale.

Gli spazi interprossimali sono quelli più colpiti, e necessitano di un’attenzione costante al livello d’igiene, al fine di evitare peggioramenti che possono compromettere la salute della mamma e del bambino.

Quali sono i rimedi alla gengivite gravidica?

Quando si parla di rimedi alla gengivite in gravidanza, vista la delicatezza della situazione, è importante ricorrere a soluzioni il più possiibile naturali. Un igiene costante è fondamentale, ad esempio. Quando si riscontrano i sintomi della gengivite gravidica, è fondamentale fare attenzione all’igiene orale, quindi ricordarsi di lavare i denti dopo ogni pasto. Sarebbe meglio, inoltre, utilizzare dentifrici naturali senza fluoro.

Importante anche non spazzolarsi i denti in senso orizzontale ma in senso verticale. Questo per non irritarle. Sono cosigliabili anche: masticazione di prezzemolo o di chiodi di garofano, gargarismi con acqua e sale, utili per disinfettare le gengive che sanguinano e gonfie e per evitare l’insorgenza di infiammazioni; l’assunzione di tisane a base di camomilla può essere molto utile per alleviare gli effetti del gonfiore.